Task Manager è leggermente cambiato da quando è stato introdotto negli anni '90, oltre all'aggiunta occasionale di una nuova scheda. L'aggiornamento 2022 per Windows 11 offre finalmente a Task Manager un meritato rinnovamento, alcune modifiche alla qualità della vita e alcune nuove funzionalità.

Cosa c'è di nuovo nel nuovo Task Manager?

Questa volta, ci sono alcune cose nuove di zecca nel nuovo Task Manager che non sono solo modifiche alle funzionalità esistenti.

Modalità oscura (o tema scuro)

Questa è una grande novità: Task Manager ha finalmente una modalità oscura.

Windows 11 è stato fornito in modo nativo con un tema scuro e la modalità oscura di Windows 10 è stata introdotta nel 2016, ma Task Manager non è mai stato inserito nell'ovile. Qualunque cosa tu abbia fatto, Task Manager rimarrebbe ostinatamente bianco brillante.

L'ultimo aggiornamento di Windows 11 ha finalmente aggiunto un tema scuro adeguato per Task Manager e sembra fantastico. La modalità oscura di Task Manager verrà abilitata quando abiliti la modalità oscura per l'intero sistema.

Il nuovo tema scuro del Task Manager nella scheda "Prestazioni".

Modalità efficienza

Microsoft ha introdotto una nuova " Modalità efficienza " nel Task Manager. Ti consente di limitare il numero di risorse di sistema (come CPU o RAM) che un processo in background può consumare. L'idea è di darti più modi per controllare le app indisciplinate che utilizzano inutilmente risorse e impantanano il tuo PC.

Ci sono alcuni avvertimenti. Il primo è che non puoi mettere un processo attivo in "Modalità efficienza". Il secondo è che alcuni processi Windows, indipendentemente dal numero di risorse che stanno consumando, non possono nemmeno essere messi in modalità efficienza. Microsoft afferma che sono esenti perché sono essenziali per il funzionamento del sistema operativo.

Seleziona un processo in background, fai clic sul menu a tre punti nell'angolo in alto a destra, quindi fai clic su "Modalità efficienza".

Verrà visualizzato un popup che ti avverte che mettere determinati processi in modalità efficienza può causare instabilità del processo o innescare in altro modo un'apocalisse digitale. Fai clic su "Attiva la modalità di efficienza".

Avvertimento: probabilmente non dovresti mettere tutti i processi in background in modalità efficienza. Se sei così a corto di risorse di sistema, dovresti provare a disabilitarle completamente a meno che non siano effettivamente necessarie o aggiornare l'hardware del tuo PC se puoi..

Quando un'applicazione è stata messa in modalità efficienza, visualizzerà un'icona di alcune piccole foglie verdi accanto al suo nome nel Task Manager.

Piccole foglie che indicano che un processo in background è in modalità efficienza.

Puoi disabilitare la modalità efficienza tornando al menu a tre punti e facendo nuovamente clic su "Modalità efficienza".

Microsoft ha delineato i dettagli di cosa fa la modalità di efficienza e perché è stata introdotta.

Cosa è cambiato nel nuovo Task Manager?

L'aggiornamento 2022 di Windows 11 ha apportato alcune importanti modifiche visive a Task Manager.

Pulsanti e schede ridisegnati

Il cambiamento più sorprendente, e il cambiamento che si rivelerà più divisivo, è la rimozione delle schede nella parte superiore del Task Manager. Le schede "Processi", "Prestazioni", "Cronologia app", "Avvio", "Utenti", "Dettagli" e "Servizi" sono state tutte spostate su alcuni pulsanti impilati verticalmente lungo il lato sinistro.

Le icone stesse sono piuttosto buone: rappresentano ragionevolmente il contenuto della scheda su cui stai facendo clic e sono abbastanza grandi da non fare clic in modo errato. Li abbiamo provati su un dispositivo touchscreen e li abbiamo trovati facili da toccare in modo affidabile senza problemi.

Il pulsante dell'hamburger appena sopra quelle icone mostrerà anche il nome della scheda accanto alla nuova icona, il che è utile mentre ti stai adattando al nuovo layout.

Tutte le principali funzioni interattive, come "Termina attività", "Esegui nuova attività", "Avvia" e "Interrompi", ad esempio, sono state spostate nell'angolo in alto a destra. Sono facili da usare con mouse e tastiera o su un display touch. Puoi comunque fare clic con il pulsante destro del mouse sulle cose e interagire con esse tramite il menu contestuale se preferisci farlo.

CORRELATI: Come recuperare i vecchi menu contestuali in Windows 11

I pulsanti "Esegui nuova attività" e "Termina attività" sono stati spostati nell'angolo in alto a destra.

Il pulsante a tre punti ha alcune opzioni specifiche per la scheda corrente. Ad esempio, visualizza le opzioni relative alla modalità di visualizzazione dei processi quando ci si trova nella scheda "Processi" e nella maggior parte delle altre contiene un collegamento a un'utilità più specializzata, come l' utilità Servizi o il Monitor risorse .

Contiene anche la nuova funzione "Modalità efficienza" se ti trovi nella scheda "Processi", ma ne parleremo più avanti.

Pagina Impostazioni

Le varie opzioni di configurazione di Task Manager sono state raggruppate in un'unica pagina, accessibile facendo clic sull'ingranaggio nella parte inferiore sinistra della finestra. In precedenza erano accessibili tramite due menu a discesa separati, "Opzioni" e "Visualizza".

Probabilmente non sono cose su cui qualcuno faceva clic regolarmente, quindi spostarle fuori dalle schede principali e in una scheda delle impostazioni discrete è una modifica innocua che riordina un po' l'interfaccia.

Le modifiche al Task Manager non sono enormi, sono per lo più visive, ma è sempre bello vedere modernizzare componenti software essenziali, soprattutto quando le modifiche non compromettono l'usabilità.

Puoi scaricare e installare manualmente l'aggiornamento 2022 di Windows 11 se non è stato ancora distribuito.

CORRELATI: Come installare l'aggiornamento 2022 di Windows 11 (22H2)